Camminata solitaria da Monaco di Baviera a Verona 2021 Festeggiando 61 anni di gemellaggio
Tappa 4 – Sulla strada per Weilheim in Alta Baviera, in compagnia delle acque

Tappa 4 – Sulla strada per Weilheim in Alta Baviera, in compagnia delle acque


Tappa 4 – Sulla strada per Weilheim in Alta Baviera, in compagnia delle acque

Oggi, molto presto, ho salutato Utting am Ammersee e sto andando a Weilheim in Alta Baviera.

La città di Utting am Ammersee si trova dall’altra parte del lago, dalla parte opposta dove si trova il monastero, e ora, camminando sull’altra sponda del lago, da lontano vedo il monastero e penso di aver fatto così tanti chilometri intorno al lago fino a quando ho raggiunto quel lato! Camminerò oggi sul versante dell’Ammersee verso le Alpi, sarà una passeggiata tranquilla, molto pianeggiante e sarò accompagnato dal bellissimo Lago Ammersee. Questo paesaggio sarà segnato nella mia memoria e nel mio cuore, non sarà mai più visto allo stesso modo da me, perché ricorderò i grandi momenti che ho vissuto qui. Vedere la città da lontano e sapere che ieri ero lì dall’altra parte, mi fa visualizzare che, a poco a poco, passo dopo passo, arriverò alla mia meta, la mia meravigliosa Verona.

In viaggio oggi, indosso un paio di scarpe diverse perché il mio amico Gronell me ne ha regalate due paia, una per i sentieri e una per la strada e oggi la mia passeggiata sarà principalmente su asfalto, rigido e sento quanto queste scarpe ammortizzino l’impatto. Sono felice di sapere che, dopo tanti percorsi, mi sto rendendo conto di come funzionino le suole delle scarpe e le loro diverse performance. Ogni dettaglio è importante in un grande viaggio.





Sulla strada per Weilheim in Alta Baviera … ho visto un albero molto grande con una vite che gli si arrampica intorno. È interessante notare che, a volte, la vite può soffocare l’albero, togliendogli tutta la vita, tuttavia, come in questo caso, può proteggere l’albero, nonostante gli assorba delle energie. Questa immagine assomiglia alla nostra vita, alle persone che incontriamo e ai percorsi che prendiamo, ogni volta che facciamo un percorso, torniamo a casa in modo diverso rispetto a quando siamo partiti. Torniamo trasformati, proprio come l’albero quando incontra la vite che lo circonda, ma alla fine conserviamo la nostra essenza, ma non siamo più gli stessi. Abbiamo iniziato a vivere in un modo più bello e stimolante!

Ho passato una giornata piena di tante risate con l’umorismo bavarese che incontro nel cammino, ho trovato un cartello molto divertente che si scrive, più o meno, così:

 

ANTICO METODO BAVARESE DI LETTURA METEOROLOGIA

  • quando la pietra si muove – vento
  • Pietra ferma – senza vento
  • Pietra secca e calda – sole
  • Pietra bianca – neve
  • Pietra  bucata – colpita da grandine
  • Pietra sul pavimento – c’è stato un terremoto
  • Pietra sparita: è stata rubata 🤣🤣🤣🤣🤣

Dopo quel bel cartello, sono passata per la città chiamata Dießen am Ammersee, l’ultima città dell’Ammersee, e mi sono diretta verso le Alpi,  verso  Verona, arrivando in Alta Baviera.  Ho trovato questo piccolo fiume che raccoglie l’acqua sciolta dal ghiaccio delle Alpi e la porta all’Ammersee e l’Ammersee la dona  agli altri 3 piccoli laghi chiamati Wörthsee, Pilsensee e Weßlinger See.

È interessante riflettere su questa azione di donazione, dove nessuno si sente più grande dell’altro, ognuno riceve e condivide la propria ricchezza e più ne ha , più ne dà! La meravigliosa legge della natura ci mostra che quando apprendiamo questa conoscenza, possiamo contribuire sempre di più al benessere dell’umanità.

Questa atmosfera mi porta una sensazione di pace e serenità, mi sento completa.

Oggi ho potuto completare il mio viaggio molto velocemente, perché per la maggior parte del percorso ho camminato su un terreno rettilineo e tranquillo, contemplando la natura e ricordando i grandi amici e luoghi che ho avuto il privilegio di visitare. Ho lasciato l’Ammersee ma ho acquisito la compagnia del fiume Ammer; è stato meraviglioso contemplare questo miracolo della natura!

Arrivo nell’amichevole città di Weilheim in Alta Baviera e posso già vedere il campanile della chiesa, è meraviglioso vedere queste torri perché mi danno la sensazione che dove c’è una campana ci sono persone e dove ci sono persone c’è sempre un sorriso da dare e da ricevere.

Oggi sarò accolto con le campane?

Approfitto del fatto di essere arrivata presto a destinazione e mi preparo mentalmente per la giornata di domani, che sarà una giornata più fredda e più difficile. Ma per oggi posso ancora godermi il clima e questa bellissima città.

Alla fine della giornata, ho avuto una bellissima sorpresa, ho incontrato due persone che conoscevo e condiviso un piatto italiano e un ottimo vino della mia cantina preferita, Vigna Di San Pietro. È stato magico, dopo 3 giorni, avere un assaggio di casa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.