Camminata solitaria da Monaco di Baviera a Verona 2021 Festeggiando 61 anni di gemellaggio
Giorno 06 – Nel cuore delle Alpi e dei veri miracoli della natura e dell’amicizia

Giorno 06 – Nel cuore delle Alpi e dei veri miracoli della natura e dell’amicizia

Giorno 06 – Nel cuore delle Alpi e dei veri miracoli della natura e dell’amicizia

La mia giornata è iniziata con un rapido test per COVID, poiché sono al sesto giorno di viaggio e ho fatto l’ultimo test prima di partire; è nella mia pianificazione di fare un test ogni cinque giorni. Grazie al cielo il test è stato negativo. Mi sono presa molta cura di me stessa, ho rispettato tutte le linee guida sanitarie ed è per questo che posso partire in sicurezza. Questo è un impegno che ho con me stessa e con tutte le persone che mi incontrano durante il viaggio. La mia é la loro sicurezza.

Oggi è successo un miracolo, è stato incredibile vivere quel momento! All’inizio del viaggio, qualche giorno fa, ho ricevuto, sul blog dove registro il mio diario di bordo, un messaggio molto caloroso, da una simpatica tedesca che ha visto un’intervista su di me, quando ho iniziato a camminare per Monaco. Si chiama Polina e nel commento mi ha detto che se avessi voluto mangiare qualcosa di caldo o addirittura dormire a casa sua, sarebbe stata più che felice di ospitarmi. L’ho ringraziata moltissimo per la sua ospitalità, ma a causa delle restrizioni dovute alla pandemia di Covid, ho pensato fosse meglio invitarla per un caffè da asporto la questa mattina!

Fortunatamente per me, ha accettato il mio invito e abbiamo organizzato un caffè. Quando mi sono preparata per uscire, ho notato che stavo indossando un solo guanto; avevo  perso l’altro e non me ne ero accorta…proprio in questo momento con così tanta neve e freddo! Almeno ho ancora un guanto, ma non è un grosso problema!”, Ho pensato tra me e me. Ho capito che avrei potuto usare un guanto in una mano e mettere l’altra mano in tasca per riscaldarmi, il mio problema è stato risolto!

Polina è arrivata presto per prendere il nostro caffè, il primo regalo è stato il suo sorriso, ma è venuta anche con un regalo per me.

Polina

Vuoi indovinare quale sia stato il regalo? Ha indovinato chiunque abbia detto “guanti”. Sì, mi ha regalato guanti morbidi e caldi, fatti con la lana delle pecore di Baviera,  ho vissuto un altro dei miracoli di questo viaggio!

Polina è una donna straordinaria, di 70 anni e con le sue parole mi ha incoraggiato e mostrato come possiamo sostenerci a vicenda e fare la differenza nella vita dell’altro. Voleva incontrarmi per dirmi che le persone che affrontano sfide come quella che sto affrontando stanno costruendo il futuro. Per lei sapere che in futuro avremo persone coraggiose che intraprendono grandi viaggi è molto incoraggiante. Incontrarla e ascoltare le sue parole è stata una lezione di vita, uno dei più bei doni che la vita mi ha dato!

A volte speriamo di sperimentare grandi miracoli, come quelli riportati nella Bibbia, tuttavia, ogni giorno sperimentiamo miracoli, che possono sembrare piccoli, ma sono quelli che ci salvano dalla tristezza, dalla solitudine e dallo scoraggiamento. Sono le persone e la loro disponibilità a condividere la bontà che trasformano la nostra giornata e toccano le nostre vite.

Oggi ho trascorso la maggior parte dell’escursione senza segnale sul cellulare, mentre camminavo in mezzo alle Alpi, nel cuore delle montagne. Mi sono persa più volte tra queste rocce, ma anche con il freddo e la neve mi sento legata a questo luogo. Vedo i piccoli canali attraverso i quali i ghiacciai si sciolgono e mi dirigo verso fiumi e laghi. Anche se  piccolo, questo canale ha molta forza, il suono che fa  l’acqua cadendo mi dà forza e coraggio. È la stessa forza che dobbiamo avere per andare avanti, affrontando le sfide della vita.

Qui è dove tutto comincia !! Tutti i laghi che ho visto, con tanta bellezza e fascino, partono da quassù, dalle maestose Alpi. Che meraviglia assistere a questo spettacolo della natura!

Ciò che mi dà forza oggi è ciò che la natura mi sta dicendo, attraverso tutte le espressioni qui presenti. È interessante pensare che molte persone affermano di apprezzare il silenzio della natura, ma per me tutto qui mi parla. Il suolo, le acque, gli alberi, la neve, tutto parla direttamente nel mio cuore.

Tutta la natura mi parla.

I Monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi.

(Johann Wolfgang von Goethe)

Ispirato dal filosofo tedesco, mi sento un discepolo fedele, che imparo ascoltando ogni suono della natura.

È incredibile, perché ieri ho visto le alpi da lontano e sembravano più piccole, ma oggi, qui in cima, vedo quanto siamo piccoli, vicini a queste grandezze, è una sensazione incredibile sentire quella dimensione.

La parete della montagna che ho scalato è così alta che non riesco a vedere la punta, è come se le Alpi mi abbracciassero. È incredibile vedere con i miei occhi la creazione della madre della natura, la mia adrenalina nel vivere tutto questo sale fin  lassù! Sento che questo è ciò che mi spinge a continuare e ad andare avanti, anche se invio la mia posizione in tempo reale ad alcuni amici fidati, sento che non ci sono piani di salvataggio in caso di imprevisti .

All’improvviso, camminando nella neve, il mio piede é affondato fino al ginocchio, che spavento! Ho sentito il freddo sulla schiena, rimarrò qui, ho pensato. Fortunatamente per me, sono riuscita a partire dopo qualche ora di paura e patema, presto ho iniziato a sentire che stavo scendendo da un pendio, sentivo che la neve stava diminuendo e che il sentiero da lì sarebbe stato migliore. In effetti mi sono ritrovata  su una strada che mi ha portato su, ho visto anche le seggiovie e poi sono sparite e a quel punto mi sono davvero preoccupata!

Sono in una delle riserve naturali più grandi d’Europa e anche voi potete vedere questi luoghi e sentire tutto ciò che sto sentendo io. Questo percorso è pronto per accogliere visitatori e amanti del turismo e dell’osservazione più consapevole. Tutti i luoghi che vi mostro qui possono essere visitati a piedi e non devete  seguire i miei ritmi, potete pianificare il vostro tour in base al vostro stato d’animo, potete percorrere 10, 15 o 20 chilometri, tutto dipenderá da voi.

Tutto il mio viaggio è stato progettato per essere un modo per vincere la mia sfida personale, mi metto alla prova ogni giorno, ma vedo che altri viaggiatori possono vedere queste meraviglie e andare al proprio ritmo, godendosi i paesaggi e osservando tutti i dettagli . Non consiglio di farlo in inverno, perché può essere pericoloso e più difficile, ma per me, quando ho visto il mio piede affondare nella neve e ho sentito il freddo, ero ancora più motivata a continuare, la paura che ho provato di essere inghiottita dalla neve, mi ha dato più forza per uscire da quella situazione. Questo è il mio modo di guardare a questa sfida. Il mio sangue scorre così, di fronte al pericolo e alla paura, è lì che mi sento motivata. Mangio paura per colazione .. hahahahaha

Adesso mi preparo a varcare il confine con l’Austria e proseguire il mio viaggio verso la mia amata Verona. Il tempo stringe, ma vivo ogni minuto con emozione e gioia.

Mittenwald è arrivato come un miraggio e dopo quella città c’è solo l’Austria e non posso continuare a camminare!

Sono qui di fronte all’accoglienza a Mittenwald, una città affascinante che mi lascia un bellissimo ricordo …

Arrivederci Baviera! il mio Veneto mi aspetta,  è stato un piacere atterrare con i piedi in questa bellissima terra piena di energia positiva e luoghi incantevoli!

17 commenti

  1. Fantasticamente fantastico leggerti, sentire, annusare, vedere, toccare come fossi anch’io lì a catturare ogni secondo del giorno e farne tesoro per il mio cuore. Il Cammino cambia prospettiva così come ogni passo ti porta in un posto diverso; e fare da soli queste esperienze, questi viaggi, ti fa entrare nell’Innato dentro di noi, finalmente libero di manifestarsi per farci capire la Potenza, l’umile Potenza che ognuno ha dentro di se. Valeria B.

  2. Alessandra

    Buongiorno Jesus, ieri ci hai fatto stare in pensiero quando hai affrontato le Alpi, soprattutto conoscendo il tuo “inventare sentieri nuovi” e senso di orientamento 😂😂😂😂
    Ma oggi con questa pagina di diario di bordo, ci porti ad aver viaggiato con te , facendoci vedere, oltre le difficoltà, le bellezze del luogo e il lavoro interiore che ne consegue.
    Un abbraccio grande e Buon Cammino.
    Ps0: continua a farci viaggiare nonostante le restrizioni ma… con prudenza😘

  3. Marilena Parravano

    Forza cara Jesus, sei una persona come poche, ammiro la tua tenacità ,certo anche i tuoi cambiamenti d’umore, ma questo fa di te una persona da ammirare e da prendere come esempio 😉💪,vai continua così e ti aspetto in Val’dadige

  4. Michela

    Ti ho seguito ieri in fb e mi hai fatto tanta tenerezza,io non farei mai un cammino da sola,stai attenta e copriti bene!! Ti guardo sempre, sei una forza, e ,con le tue parole la trasmetti anche a me! TI VOGLIO BENE JESUS!!😍😍😍

  5. Roberta Tamborini

    Ciao carissima!!
    Ti chiamo così perché ti sento vicina…
    Le tue emozioni verso la natura le vivo anch’io e molte volte sono le meraviglie della natura che ci aiutano ad affrontare e superare i nostri problemi.
    È bellissimo seguirti… anzi camminare con te sui sentieri della vita con le salite, le discese, i panorami che tolgono il fiato… Appena ho un momento libero guardo facebook per vedere dove sei e come stai.
    Ti ringrazio tanto per questo cammino che ci fa riflettere. Ti mando un grande abbraccio.

  6. Erika Soranzo

    Quante cose possiamo fare se non ascoltiamo la paura,essa ci pone i limiti alle nostre avventure o a qualsiasi cosa si voglia fare!!!
    Non servono,come dici tu,fare grandi cose ma provare a fare ciò che ci limita la nostra paura.
    Avanti tutta Jesus……ti aspettiamo nel nostro Veneto!!!!

  7. Sandra

    È bellissimo seguirti ogni giorno, ammirate te in mezzo a madre natura. Quanto mi manca camminare in mezzo si boschi, dove con la neve c’è un silenzio magico. O d’estate dove si assiste a concerti gratuiti . Grazie per tutto , soprattutto alla tua positività , che trasmetti. , un abbraccio forte ciao anima splendente

  8. Renata

    Jesus, le tue riflessioni sulla vita che racconti con i tuoi cammini fanno bene all’anima. Sono felice e ringrazio Dio di averti incontrato sulla mia strada.
    La forza che ti contraddistingue sono uno stimolo per chi , soprattutto in questo momento, ha paura di affrontare nuove sfide. Buon cammino. Un grande abbraccio

  9. Bruna

    Ti ho conosciuto in giro x il nostro Veneto, ho regalato ai miei nipoti il tuo meraviglioso diario ed ora ti seguo in questa pazza ma meravigliosa avventura. Sei una forza della natura……go Jesusleny, go!

  10. Luisa

    Ciao Jesus, è vero sei mezza matta, ma sei anche una forza della natura!
    Ti ringrazio per le emozioni che mi trasmetti e soprattutto per i tuoi video e diario, riesci a farmi vivere sensazioni come se io fossi lì a viverle con te. Grazie a te sto vivendo emozioni che difficilmente riuscirei a vivere, e non solo per via della pandemia.
    Un forte abbraccio e stai attenta, ti voglio bene Luisa

  11. Davide

    Ho seguito il tuo giro di tutti i comuni veneti tutti i giorni!! questo lo seguirò quando riesco, comunque passa el tempo e ti te ze sempre piu folgorá 😂😂😂no vojo portare sfiga, ma qua nevega nelle montagne venete 😁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.